Il secondo annuncio,
per un cristianesimo desiderabile

La vita cristiana spesso non Ŕ percepita come umanizzante. Allora non Ŕ neanche desiderabile. ╚ compito fondamentale del secondo annuncio mostrare il volto di un Dio desiderabile. Ogni aspetto del Vangelo Ŕ una parola buona per la vita. Riconciliare con la Chiesa e con il Vangelo molti dei nostri contemporanei, aiutarli a ricominciare a credere, passa per la capacitÓ di proporre un annuncio a favore dell'uomo.

╚ bello per chi Ŕ credente accorgersi che l'apporto educativo della fede non Ŕ primariamente religioso, ma semplicemente umano, perchÚ: «chi segue Cristo, l'uomo perfetto, diventa anche lui pi¨ uomo» (Gaudium et spes, n. 41: EV 1/1446). ╚ bello sapere che la prova ultima della bontÓ della fede sta nella sua capacitÓ di trasmettere e custodire umanitÓ, vita, pienezza di vita.

Questo ci pone tutti serenamente e gioiosamente accanto a tante donne e uomini diversamente credenti o non credenti, che per˛ hanno a cuore la vita e si appassionano per essa.

Il compito del primo annuncio Ŕ di annunciarlo a chi non conosce il Vangelo. Il compito del secondo annuncio Ŕ di farlo «sentire buono» a chi lo ha incontrato male.

fratel Enzo Biemmi

Il progetto

Con questo progetto ci prefiggiamo di indagare dal punto di vista pastorale cinque aree di esperienze antropologiche suscettibili di secondo annuncio, per una nuova evangelizzazione per gli adulti, a partire dai cinque ambiti del Convegno di Verona del 2006.

Vorremmo imparare da ci˛ che c'Ŕ giÓ in atto nelle comunitÓ ecclesiali italiane, per sostenerlo e rilanciarlo. Per questo recensiremo, analizzeremo e nuovamente orienteremo alcune buone pratiche di primo/secondo annuncio giÓ in atto nelle parrocchie italiane, rispetto ai cinque ambiti di vita selezionati.

Concretamente

Concentreremo le nostre energie in sei laboratori estivi.

Una settimana all'anno di lavoro intensivo:

  • il primo anno (2013) per testare la piattaforma del progetto,
  • i successivi per approfondire una ad una le cinque aree di esperienza:
    • nel 2014 prestando attenzione alle esperienze legate al generare/lasciar partire;
    • nel 2015 il filo conduttore Ŕ stato dato dall'errare;
    • nel 2016 il tema Ŕ stato quello del legarsi, lasciarsi, essere lasciati, ricominciare.
    • nel 2017 il tema sarÓ quello dell'appassionarsi e compatire; l'appuntamento Ŕ
      da domenica 2 a domenica 9 luglio, sempre a Santa Cesarea Terme (LE).


Progetto Secondo Annuncio © 2013-2017 - Ultima modifica alla pagina: 9/3/2017info sui cookie  -  contattaci